Logo del Centro del seno pilonidale

Procedura di trattamento presso il CENTRO SINUS PILONIDALE di Monaco di Baviera

Chirurgia del seno pilonidale Parte 2

Intervento di Karydakis in anestesia generale

Fistola sacro coccigea Chirurgia del (seno pilonidale): procedura di trattamento

Una panoramica completa, dalla prenotazione di un appuntamento all'assistenza post-operatoria

Le strategie disponibili per il trattamento del seno pilonidale sono fondamentalmente due, ognuna delle quali presenta vantaggi e svantaggi specifici e differisce nel corso del trattamento.

  • Il trattamento mininvasivo è, come suggerisce il nome, una procedura chirurgica minore che può essere eseguita ambulatoriamente nel nostro studio in anestesia locale. A questo scopo, offriamo il nostro appuntamento "all-in-one", in cui l'intervento può essere eseguito direttamente dopo la visita e il consulto. Questo metodo è indicato per i pazienti con fistole coccigee non preoperate e per le recidive, a condizione che non vi siano difetti importanti della linea mediana. Un altro vantaggio della chirurgia mininvasiva è che, nel raro caso di recidiva, sono possibili sia un altro trattamento mininvasivo sia altre tecniche.
  • La rimozione della fistola con chiusura primaria della ferita richiede un maggiore impegno chirurgico, ma offre al paziente il vantaggio di una ferita chiusa con una minore necessità di cure. A causa dello spostamento laterale della cicatrice, anche la rimozione dei peli mediante rasatura o laser è meno importante. Tuttavia, questa procedura richiede spesso un appuntamento separato presso un centro di chirurgia ambulatoriale in anestesia generale per garantire condizioni ottimali. Questo metodo è troppo costoso per la maggior parte delle fistole che non sono state pre-operate, ma è spesso un'opzione molto valida ed efficace a lungo termine per le recidive. Viene scelta anche quando un precedente intervento chirurgico ha comportato un processo di guarigione lungo e frustrante e il paziente desidera un trattamento che si concluda rapidamente.

Fase 1: diagnosi del seno pilonidale

Fistola sacro coccigeaE' una cosa che si fa per niente?

Fistola sacro coccigea Siete già stati dal medico e la diagnosi di è confermata? Allora potete saltare questo passaggio.

Altrimenti, è possibile scoprire quali sono i sintomi tipici alla pagina Sintomi e l'aspetto di un Fistola sacro coccigea alla pagina Immagini

Guardate bene e troverete delle fosse (© Markus Winkler Unsplash)

Fase 2: trovare un appuntamento

Il modo più rapido per ottenere un consulto e un trattamento con uno specialista

Il modo più semplice per farlo è prenotare un appuntamento direttamente qui nel nostro calendario online:

  • La diagnosi è chiara e desiderate un trattamento chirurgico direttamente dopo la visita e il consulto? Fistola sacro coccigea Allora la categoria di appuntamenti "Visita/Trattamento All-in-one" fa al caso vostro. Prenotate un appuntamento di 2 ore con opzione di trattamento: un grande sollievo per tutti coloro che vogliono evitare un secondo viaggio e si sono già presentati da uno specialista.
  • Fistola sacro coccigeaSe non siete ancora sicuri o volete riflettere sulla decisione in tutta tranquillità, vi consigliamo di scegliere "Consultazione speciale /Sinus pilonidalis". In questo modo avrete un appuntamento di 20 minuti per la visita e la consultazione. In seguito, fisseremo un appuntamento per l'intervento secondo i vostri desideri. Tale appuntamento di consultazione è indispensabile anche nel caso in cui venga programmato un intervento in anestesia generale, su vostra richiesta o in caso di necessità medica.

Abbiamo bisogno di queste informazioni (per All-in-one):

Si prega di notare che in queste date non è possibile effettuare esami o trattamenti per altre diagnosi (emorroidi, fistola anale, ecc.) per mancanza di spazio e/o di personale.

Un appuntamento richiesto tramite il nostro sistema di prenotazione sarà confermato dal medico solo se il paziente è già stato visitato nel nostro studio o se è stata inviata in anticipo la documentazione relativa alle immagini e se è stato compilato il questionario online ("Accesso a Ondasys").

Tedesco
Volantino informativo sull'operazione di Karydakis per il seno pilonidale
Volantino informativo sull'operazione di Karydakis per il seno pilonidale

Fase 3: preparazione dell'appuntamento

Prima dell'appuntamento è assolutamente necessario effettuare le seguenti operazioni

Decisione di sottoporsi all'intervento chirurgico e consenso informato / consenso all'intervento chirurgico

  • Avete compreso il motivo per cui vi consigliamo di sottoporvi all'intervento di Karydakis o Cleft Lift
  • Ha firmato il modulo di consenso e ha letto e compreso il nostro foglio informativo; il consenso firmato è disponibile presso lo studio.
  • La data dell'operazione è stata concordata con noi

Preparazione al colloquio anestesiologico: 

  • Vi preghiamo di comunicarci se sono note malattie importanti (cuore, polmoni, coagulazione del sangue) o se è necessario tenere conto di eventuali intolleranze o allergie (soprattutto agli anestetici locali o agli antibiotici).
  • Si prega di compilare il questionario anestesia nella misura in cui le domande sono applicabili per voi(questionario campione)
  • Organizzate un adulto che vi venga a prendere: dopo un'operazione in anestesia, è necessario che un adulto sia disponibile a venirvi a prendere. Non è consentito tornare a casa da soli, nemmeno in taxi o con i mezzi pubblici.

Questo è ciò che dovreste aver preparato per il giorno dell'operazione:

  • Avete ricevuto il foglio informativo della Clinica Iatros con il numero di cellulare per le emergenze.
  • Ci avete detto se avete bisogno di un certificato di inabilità al lavoro.
  • Idealmente, avrete già ricevuto la prescrizione di antidolorifici e, se necessario, di antibiotici e vi sarete procurati i farmaci e i salvaslip.

Fase 4: il giorno dell'intervento

Questo è importante per un processo di trattamento perfetto
La chirurgia ambulatoriale per emorroidi, fessura anale e fistola anale viene eseguita presso la Clinica Iatros.

Gli interventi con anestesia si svolgono nella Clinica Iatros, non nello studio. La clinica si trova in Nymphenburger Str. 1, 80335 Monaco, al primo piano del grattacielo di fronte al Löwenbräukeller in Stiglmaierplatz. Si prega di prevedere un intenso traffico cittadino, soprattutto nelle ore di punta, e un percorso imprevisto a causa dei numerosi cantieri. Pertanto, pianificate il tempo necessario per evitare lo stress. Ci sono parcheggi (un po' stretti) per i pazienti con ingresso da Seidlstraße. Altrimenti, la metropolitana e il tram vanno a Stiglmaierplatz.

Per l'intervento in anestesia generale è necessario rimanere a digiuno per 6 ore. Ciò significa non assumere cibo, non fumare, non masticare gomme, non bere caffè: in breve, tutto ciò che potrebbe stimolare i succhi gastrici.

Se possibile, vi chiediamo di radere generosamente i glutei. Questo ci facilita il lavoro e vi permette di cambiare la medicazione se non si attacca ai capelli.

E: fate la doccia il più possibile nella zona della piega del sedere, in modo da ridurre la densità di batteri sulla pelle.

Disegno schematico della ricostruzione secondo Karydakis
Chiusura della chiusura della ferita con appiattimento della piega glutea

Il principio della ricostruzione nell'area della piega glutea è quello di spostare la sutura lateralmente, cioè di chiudere la ferita in modo asimmetrico. La tecnica preferita è l'operazione di Karydakis. In questo caso, il tessuto ("lembo") viene mobilizzato dal lato e la ferita viene coperta con esso. La ferita viene suturata in 3 strati. Le suture sono dissolvibili e vengono annodate in modo svasato, in modo che nessun filo sia visibile in superficie.

  • Dopo il completamento dell'intervento e l'applicazione della medicazione, il paziente verrà portato in sala di rianimazione per essere monitorato.
  • Il chirurgo vi informerà sullo svolgimento dell'intervento e su eventuali particolarità da osservare.
  • Se, in casi eccezionali, si viene dimessi mentre il chirurgo è ancora impegnato in un altro intervento o non è più presente in clinica, è possibile consultarlo via e-mail o tramite il numero di cellulare fornito.
  • Riceverete un pacchetto di materiale di medicazione o di bende e, se non l'avete già ricevuto in studio, il certificato di malattia e una prescrizione di antidolorifici.
  • I colleghi dell'anestesia vi dimetteranno non appena non ci saranno più preoccupazioni da parte dell'anestesia e della circolazione.

Fase 6: Sulla strada di casa

Come tornare a casa in modo sicuro e confortevole

L'anestetico locale somministrato in aggiunta all'anestesia è solitamente efficace per diverse ore dopo l'intervento. È quindi possibile assumere una normale posizione seduta in auto o in treno senza dolore. Una leggera pressione sulla ferita è addirittura auspicabile e riduce il già basso rischio di sanguinamento post-operatorio.

I pazienti devono essere accompagnati dal medico di fiducia per 24 ore dopo l'intervento e non possono guidare o utilizzare macchinari durante questo periodo. I pazienti che devono affrontare un viaggio molto lungo di solito vanno in albergo durante il fine settimana e vengono in studio il lunedì per un controllo finale prima di tornare a casa.

Fase 7: Assistenza post-operatoria

Come garantire il successo del trattamento
Note sulla medicazione dopo l'intervento chirurgico su Fistola sacro coccigea
  • Il grande vantaggio dell'operazione di Karydakis è che non è necessario occuparsi di ferite aperte e di complicati cambi di medicazione. Il bendaggio applicato al termine dell'intervento può essere rimosso il primo o il secondo giorno successivo all'operazione stessa.
  • Esistono strisce adesive color pelle (Steri-Strips) da applicare direttamente sulla pelle, che possono essere lasciate finché non si staccano da sole. Se ciò non avviene, di solito diventano un po' antiestetiche e quindi è meglio rimuoverle dopo la doccia.
  • Per ulteriori cambi di medicazione, è possibile utilizzare le medicazioni rapide disponibili in commercio oppure, a partire dal terzo giorno, lasciare la ferita aperta e indossare solo un salvaslip nella biancheria intima.
  • I fili di pelle sono dissolvibili e di solito non sono visibili, quindi non devono essere rimossi.
  • Secondo la maggior parte degli esperti, la rasatura non è necessaria. Riteniamo che, almeno nella metà inferiore della cicatrice, non sia un errore radere i bordi della ferita una volta alla settimana.
  • Le attività quotidiane (camminare, stare seduti) sono consentite immediatamente, purché non causino ulteriore dolore. Naturalmente, come persona appena operata, non si lascerà cadere nella poltrona oscillante.
  • Lo sport e i bagni devono essere sospesi per 2 settimane dopo un intervento di Karydakis.
  • La doccia è consentita e incoraggiata a partire dal 2° giorno post-operatorio.
  • La maggior parte dei pazienti è in congedo per malattia per 2-3 settimane, poiché i periodi particolarmente lunghi di seduta in ufficio o in auto non sono inizialmente possibili senza dolore e non favoriscono la guarigione.
Le compresse o altri farmaci non possono curare Fistola sacro coccigea
  • Antidolorifici: la maggior parte dei pazienti non lamenta un dolore estremo e riesce a sopportare bene l'assunzione di ibuprofene al bisogno, in un dosaggio massimo di 3 x 600 mg. Se, eccezionalmente, il dolore è più intenso, contattateci. In questo caso potremo prescrivere antidolorifici più forti e controllare la ferita per verificare che non si verifichino emorragie post-operatorie o infezioni della ferita(Info Flyerantidolorifici/Inglese).
  • Antibiotici: Lo standard è una singola somministrazione di un antibiotico cefalosporinico al momento dell'induzione dell'anestesia (profilassi "single-shot"). Se le circostanze individuali fanno ritenere ragionevole una terapia antibiotica più lunga, riceverete una prescrizione da parte nostra.
  • Emorragia / emorragia post-operatoria: durante l'intervento eseguiamo un'emostasi molto accurata in modo che l'emorragia sia complessivamente rara. Se si verifica un'emorragia post-operatoria, questa è meno visibile all'esterno quando la ferita è chiusa, piuttosto che attraverso il gonfiore dei tessuti molli e la decolorazione come nel caso di un ematoma. L'intervento è necessario solo in caso di formazione di ematomi molto pronunciati o di condizioni estremamente dolorose. Normalmente, la situazione si calma da sola.
  • Formazione di sieroma: un sieroma è una raccolta di liquido chiaro, giallo e talvolta sanguinolento che può formarsi in una cavità sotto la pelle dopo interventi di chirurgia plastica in cui sono stati spostati o trapiantati lembi di pelle o di tessuto. Questo accumulo di liquido si verifica quando il liquido linfatico si accumula e non viene assorbito correttamente dall'organismo. Questi sieromi non sono rari dopo l'intervento di Karydakis. Quando si è seduti, ci si sente come su un materasso ad acqua. Quando questo liquido si fa strada attraverso la cicatrice, può dare l'impressione di un'emorragia acuta. Bisogna quindi mantenere la calma, fare la doccia e indossare un tampone assorbente! Nella maggior parte dei casi, un sieroma è innocuo e scompare da solo con il tempo, poiché il corpo riassorbe il liquido. L'apertura che ne deriva guarirà da sola perché la cicatrice è ormai laterale.
  • Infezione della ferita: le infezioni sono complessivamente molto rare. Si manifestano con arrossamento, gonfiore e dolore e talvolta sono difficili da distinguere dal sieroma non infiammatorio. In caso di dubbi, contattateci.
  • Deiscenza della sutura: Occasionalmente si formano piccole aree aperte, spesso causate da una dissoluzione ritardata della sutura o da una ricrescita sfavorevole dei peli. In questi casi, la rimozione del filo o la rasatura e l'applicazione di un unguento antisettico (ad es. PVP iodio) sono di aiuto.

Fase 8: completamento del trattamento e profilassi delle recidive

Come garantire il successo del trattamento
Diodo laser per la depilazione permanente (epilazione laser)

Se il processo è normale, si può prevedere una cicatrice stabile dopo circa tre settimane. A questo punto anche le condizioni di gonfiore saranno migliorate, almeno fino a non avere più limitazioni significative.

È possibile riprendere le attività sportive e professionali.

La depilazione permanente mediante epilazione laser non è raccomandata da tutti gli esperti per l'operazione di Karydakis. L'importanza è certamente inferiore rispetto a quella di una cicatrice nella linea mediana.

Soprattutto dopo diverse recidive, riteniamo che possa essere ancora un valido investimento eliminare definitivamente i peli nella piega glutea e intorno alla cicatrice.